MAESTRI E PENSIERI NEWS E ARTICOLI

Arte di frontiera

“la storia dell’arte, come quella di qualsiasi attività umana” già per me basterebbe sta frase per ride in faccia due ore a chi me parla di geni😆

però continua pure: “è attraversata da tutta una serie di limiti e di frontiere più o meno simboliche… il loro studio sarà rivelatore”. Enrico Castelnuovo è uno storico dell’arte senza confini 😀

lui usa il termine “frontiera”, e dice che le frontiere, i confini, nella storia dell’arte li hanno creati gli storici, per riuscire a studiarla.

per studiare faceva comodo dire “qui finisce questo e inizia quell’altro”

ma quelle frontiere bisogna guardarle da vicino per vedere che l’arte non segue regole speciali tutte sue, ma esiste nella vita reale, dove le persone si incontrano e si scontrano con le più diverse situazioni 🤓


guardando da vicino la frontiera si vede che non esiste una cultura vincente, non esiste la corsa sfrenata verso il mitico rinascimento, ma esistono scambi, influenze, resistenze, nuove proposte, e che la realtà è varia e multiforme proprio come la nostra vita di oggi.

perciò basta con l’estetica di Benedetto Croce e l’adorazione dell’arte superiore: Castelnuovo si fida più della Scuola di Budapest (Antal, per esempio) dove si collega la produzione artistica alla storia sociale

come quando si guarda qualcosa al microscopio, guardando da vicino un luogo in un certo momento storico si scopre un brulichio di complessità, proprio come accade per la “realtà” che viviamo oggi

e si vede bene che l’opera d’arte, con buona pace di tanti, è soltanto una parte di quella realtà

Nessun Commento
Previous Post
20 Giugno 2021
Successivo
20 Giugno 2021

Leave a Reply

Related Posts