I prossimi incontri

19 giugno, Macerata, UniMC

ore 18:00
SociaLab Università di Macerata (📍posizione)

La sibilla traditrice. Storia e tradizione di un mito.

Le Conversazione sul valore della tradizione, sulla misura in cui il “tradimento della realtà” è entrato nel percorso che la storia della Sibilla Appenninica ha fatto attraverso i secoli. Approfondimento sull’ultimo grande “tradimento” della storia della Sibilla: la versione moderna, dirompente e fondamentale di Joyce Lussu. Per arrivare a ragionare sul senso della tradizione, del mito, del racconto.

photo_2024-05-13_09-42-52

21 giugno, Macerata, villa ficana

21:00 degustazione con prodotti offerti da Distilleria Varnelli
21:30 inizio racconto:
Vergare e fate caprine. Un racconto sul saltarello fatto di note, passi e compagnia bella
con Tea Fonzi e Tommaso Gagliardini

dove? Ecomuseo delle case di terra di Villa Ficana (Macerata)  

in collaborazione con Distilleria Varnelli

Una storia del saltarello e della musica tradizionale raccontata con oggetti, musica, passi, canti, immagini e parole, per riscoprire una danze e musiche che non sono soltanto un ricordo del passato ma possono nascondere significati importanti e utili per la nostra vita di oggi.
(prenotazioni e info: 0733 470761)

(📍posizione)

23 giugno, Rapagnano (FM)

21:00 Rapagnano, Parco Gentili

L’acqua di San Giovanni: tradizioni, simbologia e cura della comunità.

L’acqua di San Giovanni è una pratica antica che viene tramandata da generazione in generazione, ma da dove viene? E qual è il senso e l’utilità di praticare ancora oggi questo rituale? Ne parliamo in un racconto preparato per la festa del patrono di Rapagnano, all’interno di una celebrazione organizzata da Teste di Rapa, l’associazione culturale del paese. (programma completo)

(📍posizione)

28 LUGLIO, MONTE URano (FM) - F3m FEST

F3m Fest  (Instagram)
orario e posizione da definire

La Sibilla e il suo popolo. La storia della Sibilla narrata insieme a quelle di chi ce l’ha consegnata.

In linea col tema del F3m Fest di quest’anno, che è il racconto, indaghiamo il valore della storia orale, della tradizione, raccontiamo la storia della Sibilla Appenninica e di Guerrin Meschino e poi cerchiamo di capire che cosa ha significato per gli antichi marchigiani e marchigiane raccontarla per seicento anni.