BLOG INCONTRI

Natali di donne: sibille tra le fonti

Tra coloro che annunciarono la prossima nascita del figlio di Dio, la tradizione cristiana occidentale ricorda mitiche figure, affascinanti e impalpabili, potenti e indefinite: le Sibille.
La Sibilla inizialmente è una, viene da lontano e ha percorso le strade di diverse civiltà e culture, rinascendo ogni volta con molteplici forme e nomi, diventando tante Sibille e lasciando traccia di sé sotto forma di testi e immagini.

Per riuscire a ricostruire i natali di ciascuna sibilla e ricostruire le sue tracce, è necessario partire da quei testi e da quelle immagini, utilizzandoli come fonti storiche dalle quali attingere informazioni attendibili. 
Antichi scritti e antiche immagini non sono però fonti semplici da leggere e richiedono tutta l’attenzione e la professionalità dello storico. A questo compito si dedicano Tea Fonzi – dottoressa in Management dei Beni Culturali – e Elena Santilli – dottoressa in filologia classica – che ci guideranno nella storia delle mitiche profetesse, partendo dall’antichità fino ad arrivare alla Sibilla dell’ Appennino.

Nessun Commento
Previous Post
20 Novembre 2017
Successivo
20 Novembre 2017

Leave a Reply

Related Posts