BLOG

domande sulla sibilla del XX secolo

sto cercando di capirci qualcosa 🤓 .
tante letture contemporanee del mito della Sibilla dell’Appennino vengono fatte sulla base di teorie esoteriche e iniziatiche, molte partono dalle posizioni di Jung, che recupera filosofie ermetiche antiche di secoli.

Penso che si tratti dell’ennesima sovrapposizione di significato al mito della Sibilla dell’Appennino.

Cioè la lettura delle fonti (romanzi, racconti, oggetti…) fatta utilizzando cose che fanno parte della mentalità del Novecento, quindi proiettando la nostra cultura su fatti a cui non eravamo presenti e che sono più antichi di noi, molto più antichi.

Nuove letture di questo mito, ad esempio, riguardano il femminino sacro, il legame con la terra e le proprietà generatrici, la possibilità di una conoscenza superiore, l’opposizione all’ortodossia cattolica…

Tutto questo è molto affascinante, perché la tradizione orale cambia sempre leggermente il racconto, di generazione in generazione, in base a ciò di cui ciascuna di esse ha bisogno. Perciò, se il racconto della sibilla assorbe nuovi significati significa che la tradizione non è morta e che il racconto continua.

Non si tratta, però, certamente, di approccio storico scientifico, ed è importante distinguere le due cose,

Nessun Commento
Previous Post
25 Gennaio 2019
Successivo
25 Gennaio 2019

Leave a Reply